"Cinquanta Sfumature di Nero", favole erotiche in tempo di crisi

Scritto da: -

Cinquanta Sfumature di Nero è il secondo caso letterario di E. L. James. Il moderno Principe Azzurro è eroticamente perverso, sentimentalmente ossessivo, e guadagna centomila dollari l'ora.

cninquanta-sfumature-nero.bmp

Dopo le Cinquanta Sfumature di Grigio, un brillante guizzo cromatico porta dritto alle Cinquanta Sfumature di Nero, anche se temo che il nero non abbia sfumature per definizione, ma adesso insomma non è che voglio andare troppo per il sottile.

Insomma per capire come diavolo sia saltato in testa ad Anastasia, dopo aver lasciato Mr Grey alla fine del primo capitolo della saga, di lasciarsi cadere di nuovo tra le braccia di lui al suo primo riapparire - lui che guadagna centomila dollari l’ora, che è bello e sicuro di sè, che la ricopre di regali più di un concorso a punti tra cui automobili, I-Pad, guardaroba stracolmi di abiti e accessori e scarpe e gioielli, lui che ogni quattro righe le dice che la ama, che la rende la sua fidanzata e la protegge e fa fuori ogni uomo che le mette gli occhi addosso, lui che è ricco, forte e perverso, che la fa sentire amata e desiderata e importante, che la presenta alla sua famiglia e in grande stile le propone di sposarlo, che la sottopone a lunghe ed estenuanti sedute erotiche non dimenticandosi di ribadirle a parole quanto la desidera, che finisce col comprarle pure la casa editrice per la quale lei lavora - dicevo per capire quali sottili risvolti psicologici fuori dal comune portino misteriosamente questa ragazza a cedere ad un uomo simile, mistero che sta appunto alla base del secondo capitolo del caso letterario dell’anno, dovrete leggervi le 600 pagine che vengono dopo la copertina.

Le americane sono ancora in preda ad un orgasmo multiplo collettivo. Le italiane, per fortuna, meno.

Vota l'articolo:
3.90 su 5.00 basato su 10 voti.